Carte revolving

Le carte revolving rappresentano una riserva di liguidità utilizzabile per fare acquisti o ritirare direttamente contanti. La somma di denaro utilizzata mensilmente viene poi ripagata in piccole rate mensili. Man mano che la si utilizza la somma a disposizione diminuisce. Mentre al pagamento di ogni rata, la diponibilità della carta si “ricarica”.

Le carte revolving rappresentano una riserva di liguidità utilizzabile per fare acquisti o ritirare direttamente contanti. La somma di denaro utilizzata mensilmente viene poi ripagata in piccole rate mensili. Man mano che la si utilizza la somma a disposizione diminuisce. Mentre al pagamento di ogni rata, la diponibilità della carta si “ricarica”.

I limiti di credito concessi variano in base alle politiche della società emittente, ma si ha solitamente a disposizione un importo variabile dai 1.000 ai 5.000 euro.

Altre forme di finanziamento personale simili alle carta revolving sono i prestiti revolving, che hanno un meccaniscmo molto simile, ma in cui l’importo viene depositato direttamente sul conto corrente.

Per scegliere tra le varie possibilità offerte dal mercato è utile tenere in considerazione i seguenti aspetti:

  1. Motalità di rimborso: esiste la modalità a rata fissa (ad esempio 30 euro al mese) o la modalità in cui l’importo mensile varia in base alla spesa.
  2. Il tasso di interesse, naturalmente! Prestando particolare attenzione al TAEG, che esprime l’interesse effettivo più i costi obbligatori.
  3. I limiti di spesa (ad esempio 1.500 euro possono bastare? 3.000? 5.000?)
  4. Quota associativa: quanto costa annualmente la carta revolving?

Per comparare le offerte di numerose carte di credito revolving, puoi utilizzare il servizio gratuito di PrestitiOnline: clicca qui.

Sul nostro sito puoi inoltre leggere le schede della Carta Attiva di Agos e la Carta Revolving di Findomestic, non ché del prestito ricaricabile di Cofidis, un prestito revolving il cui funziomaneto è molto simile a quelle delle normali carte revolving.

Carte revolvingultima modifica: 2009-06-21T19:44:00+02:00da mymarco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento